Castagnaccio

Altro dolce regionale.
Premetto che per il castagnaccio vale la regola della ribollita..ogni zona della Toscana ha il suo castagnaccio e ogni zona pretende che il suo sia più buono, quello della mì mamma l'è insuperabile!!
Ingredienti:
400gr di farina di castagne dell'Appennino ToscoEmiliano macinate a pietra in mulino ad acqua in splendido paesino alle falde del Pratomagno...Loro Ciuffenna (Tiè!!)
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai d'olio (immaginatevi quale)
1 arancia
1 pizzico di sale
1/2 litro d'acqua
1 etto d'uvetta
6 noci
Pinoli a piacere
1 rametto di ramerino

Preparazione:
Si mescola tutti gli ingredienti insieme, avendo cura di usare solo i gherigli delle noci (ovviamente) e grattando tutta la buccia dell'arancia nell'impasto prima di spremerci anche il succo (farlo dopo averla spermuta è molto più difficile! Lo scrivo per esperienza diretta...ehmm.. :-D )
Si mette tutto il complosto, che sarà abbastanza liquido, in una teglia unta d'olio, aggiungendo sopra le foglie del ramerino!
In forno per 40 minuti a 180°

Adesso c'è da fare una precisazione...il castagnaccio c'è a chi piace alto e sofficione e a chi basso e secco (io sono per il secondo tipo)..basta usare una teglia più stretta per il primo e più larga per il secondo..a vostro gusto!
:-))

Nessun commento:

Posta un commento